Il Milan a Taci: Fininvest smentisce.

galliani-vende

Il petroliere albanese Taci esce allo scoperto e dichiara senza mezzi termini di puntare all’acquisto del Milan nel caso in cui Berlusconi decidesse di cedere la proprietà.

“Non credo che Berlusconi voglia privarsi del Milan, ma se così fosse noi saremmo molto interessati ad acquistarlo. Non è assolutamente vero che sono già azionista, con il club rossonero ho soltanto relazioni sportive. Poi c’è la profonda amicizia con Silvio Berlusconi e Adriano Galliani, oltre a un programma di collaborazione per il futuro in iniziative come “Milan Junior Campus” e “Milan Parc”. Noi siamo più interessati a investire nella industria energetica italiana, diventare partner delle maggiori compagnie presenti nel Paese”.

Il 38enne imprenditore albanese parla anche di cifre: “Il Milan vale 700 milioni? Non c’è problema. Il mio gruppo è abituato a prendere impegni rilevanti e a portarli a termine.

E un’idea vincente come questa non può che trovare consensi. Perciò sono sicuro di poter aver i finanziamenti necessari.Ho i 700 milioni per comprare il Milan e intendo rinforzarlo”
E se una parte della tifoseria, delusa da questo inizio di stagione, comincia a sognare nuovamente in grande, soprattutto dopo la dichiarazione interlocutoria di Galliani (“Non so niente, dovete chiedere a Fininvest”), arriva secca la smentita da parte di Fininvest: “La Fininvest si vede costretta ancora una volta a smentire, nel modo più perentorio e assoluto, che esista alcuna ipotesi di vendita, anche parziale, di quote del Milan”.

Dopo le ipotesi arabe e di Gheddafi, sembrano quindi tramontare le ipotesi di cessione della società. Anche se la vicenda ricorda per certi versi quella di Kakà: numerose voci di cessioni sempre puntualmente smentite dichiarando l’incedibilità. Sappiamo tutti come è andata a finire.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *