Milan-Samba, Totti tripletta

Pirotecnico incontro nel pomeriggio tra Milan e Cagliari a San Siro, che vede i padroni di casa prevalere con un soffertissimo 4-3 sulla squadra di Allegri punita oltremisura dal risultato negativo.
I padroni di casa partono forte e da una triangolazione Seedorf-Borriello-Seedorf nasce il gol dell’olandese che insacca da dentro l’area. Il match sembra in discesa per i rossoneri ma invece la rete sveglia il Cagliari che come nulla fosse comincia a macinare gioco e occasioni. Quasi immediato il pareggio di Matri, crescito nel vivaio rossonero, sono poi Jeda e Matri a mancare il raddoppio più volte causa anche un Dida efficace. Ma iol è nell’aria, il Milan non riesce a rendere fluida la manovra e così Lazzari punisce Dida con un bel diagonale causa anche l’ennesimo errore di un Kaladze a dir poco imbarazzante. E’ il momento peggiore per il Milan che sembra essere in completa balia degli avversari. Ma prima Borriello su corta respinta di Marchetti sul colpo di testa di Pato e poi lo stesso Pato su assist di Ronaldinho firmano il sorpasso con cui le squadre vanno negli spogliatoi.
Nella ripresa è proprio Ronaldinho, svegliatosi dal torpore della prima frazione, a dare luce al gioco rossonero con buone giocate e andando pure a segno su rigore per fallo su Borriello. La partitra sembra conclusa ma la rete di Nenè al 70° fa si che sia uno sterile assedio finale per gli isolani. Ed il Milan ora è secondo in attesa della Juventus.

Il Napoli di Mazzarri pareggia areti bianche in casa contro la Lazio il cui tecnico Ballardini è sempre a rischio. Un punto per ciascuno che alla fine non accontenta nessuna delle due squadre a cui serviva la vittoria per smuovere la classifica.

Altri tecnici a rischio erano Zenga e Atzori, protagonisti del derby tra Palermo e Catania: anche qui un pareggio per 1-1 (Migliaccio nel primo tempo e Martinez nel secondo) che non rafforza molto la stabilità delle due panchine.

Si rifà sotto la Sampdoria che batte il Chievo dell’ex Del Neri. A segno nel primo tempo Rossi e nella ripresa Pazzini; a nulla serve il gol della bandiera di Mantovani a 10 minuti dal termine. Clamorosa sconfitta invece del Genoa sul campo del Livorno di Serse Cosmi: Lucarelli nel primo tempo da il vantaggio agli amaranto che nella ripresa si vedono raggiungere dalla marcatura di Criscito. Quando tutto sembra essere portare ad un pareggio arriva la rete di Pulzetti al 3° di recupero che regala punti d’oro per l’asfittica classifica dei toscani.

Regge un tempo la difesa del Siena contro l’Atalanta di Antonio Conte. I senesi, sempre più ultimi in solitario in classifica, nulla possono alle reti del solito Tiribocchi e al rigore di Acquafresca che permettono ai bergamaschi di assestarsi al terz’ultimo posto in classifica in compagnia di Bologna, Lazio e Livorno.

Ultima sfida pomeridiana tra la Roma ed il Bari: è il ritorno di capitan Totti dopo l’infortunio. Ed è un ritorno con il botto. Il 10 giallorosso segna una tripletta nella prima mezz’ora di gara ponendo la sfida in discesa e dando ossigeno alla clasifica dei romani. Pur senza De Rossi la Roma è riuscita a vincere un match difficile contro un avversario ostico come il Bari di Ventura, che solo nella ripresa ha trovato la rete grazie all’autogol di Andreolli. E questa sera “derby” a colori bianconeri tra la Juventus che ritrova Del Piero e l’Udinese di Floro Flores.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *