Vola il Parma, Inter stratosferica

Bellissima partita al Franchi di Firenze tra Fiorentina e Parma, con quest’ultimi che espugnano il campo viola e volano momentaneamente al 3° posto. Partita giocata a viso aperto dalle 2 compagini che spingono molto sulle rispettive fasce e si rispondono colpo su colpo. Primi a passare i padroni di casa che trovano il gol di Gilardino di testa su cross di Santana, schierato come trequartista centrale viste le assenze di Mutu e Jovetic.
Ma il vantaggio dura poco e gli emiliani trovano il pareggio grazie ad Amoruso che insacca in spaccata solo in area su cross rasoterra di Zaccardo. La Fiorentina macina gioco ma i parmensi sono pericolosi con le loro ripartenze.Le occasioni si sprecano da una parte e dall’altra ma nella ripresa sono i calci piazzati a fare la differenza.
Al 7° punizione dell’azzurro Galloppa e scivolata vincente di Bojinov per il classico gol dell’ex, 10 minuti dopo angolo di Vargas (ottima la sua prova) e altro colpo di testa in anticipo su Dellafiore da parte di Gilardino che perfeziona la sua personale doppietta contro la sua ex squadra.
A questo punto la differeza la fa la sciagurata difesa viola che si fa infilare nuovamente centralmente da un Lanzafame ottimamente imbeccato da un lancio di 40 metri di Panucci: l’attaccante brucia Natali e supera Frey in uscita con un tocco sul palo opposto: è la rete del definitivo 3-2 che fa volare i parmensi in zona Champions!.

Nell’altro anticpo altra dimostrazione di immensa classe e forza dell’Inter di Mourinho che supera 3-1 il Bologna al Dall’Ara. Il risultato non rispecchia appieno una superiorità tecnica e fisica netta dei neroazzurri che dominano per tutta la partita, grazie ad un Milito monumentale autore di un gol e un assist ed ad un centrocampo che fa suo il controllo della palla.Il Bologna dal canto suo ha provato a resistere cercando di chiudere tutti gli spazi e affidandosi alle ripartenze di Zalayeta e Di Vaio, ma è stato troppo poco contro quest’Inter.

Primo gol neroazzurro a metà primo tempo su corner di Balotelli, toccano di testa prima Thiago Motta, poi Lucio che appoggia al solissimo Milito che da dentro l’area piccola scaraventa in rete. Qui il Bologna ha una fulminea reazione, gran lancio di Adailton che spiazza la difesa neroazzurra, grandissimo controllo di Zalayeta che beffa Lucio e infila Frey in diagonale.
Ma in questa partita non c’è storia, la superiorità della capolista è troppo marcata e sul finire di tempo è Balotelli di testa su angolo di Maicon a riportare in vantaggio i milanesi. Si chiude qui il primo tempo che vede proprio sul finire una clamorosa occasione per Stankovic capace di colpire il palo sulla sinistra di Viviano, la palla corre lungo tutta la linea di porta, colpisce il palo opposto e viene poi presa dal portiere felsineo.
La ripresa vede un’Inter strabordante, grazie al controllo di palla, ai numerosi triangoli e dialoghi cercati dagli uomini di Mourinho. Maicon sfiora il gol, Milito trova una clamorosa traversa, Eto’o quando parte è devastante. Da antologia del calcio il 3° gol dell’Inter targato Cambiasso: l’argentino dalla sua trequarti lancia Milito sulla destra, l’attaccante va sulla linea di fondo e, tra 2 avversari, inventa un lancio d’esterno al centro dell’area per Cambiasso stesso che al volo insacca sul palo opposto con un tiro da biliardo. Riflettori ora puntati sulla sfida europea contro il Barcellona, ma quest’Inter adesso fa ancora più paura.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *