Milan fuori dalla Champions: Barcellona bravo e aiutato

Il Milan e il calcio italiano escono dalla Champions League: la squadra di Allegri, se pur con diverse assenze importanti, ha tenuto testa alla squadra più forte del mondo per tutto il primo tempo.
Messi e compagni non sono riusciti a segnare i primi due goal solo su rigore: il secondo, oltretutto, molto dubbio dato per una trattenuta di Nesta durante un blocco di Puyol a gioco fermo durante un calcio d’angolo.
Ed è proprio questo episodio ad aver in qualche modo condizionato parte della gara: la squadra di Guardiola, dopo essere passata in vantaggio su rigore concesso per fallo di Antonini (molto ingenuo il difensore milanista), era riuscita a pareggiare con un gol di Nocerino, pareggio durato solo 10 minuti.
Durante un calcio d’angolo, infatti, l’arbitro fischia un calcio di rigore ammonendo Nesta: secondo il giudice di gara il difensore milanista avrebbe commesso un fallo su Busquets, senza notare che il gioco era fermo e che Puyol effettua un blocco falloso sul giocatore italiano.

Senza ombra di dubbio il Barcellona ha meritato di vincere, padrona del campo per quasi tutta la partita ha dimostrato come la tecnica e la corsa possono far diventare il calcio uno spettacolo incredibile: resta un pizzico di amarezza, se il primo tempo fosse finito 1 a 1 (risultato che avrebbe fatto passare i rossoneri) il Barcellona come sarebbe rientrato in campo? Rilassato come i primi minuti del primo tempo, o nervoso come i minuti dopo il pareggio?

Non lo sapremo mai: al Milan ora non resta che il campionato per evitare di trasformare una stagione ottima in una stagione pessima.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *