Ronaldinho sfida Kakà

Martedì di Champions League e riflettori puntati a San Siro dove si svolgerà Milan-Real Madrid e soprattutto il ritorno a Milano dell’ex idolo dei tifosi Kakà.

I madrileni, in crisi di gioco e di risultati in questo periodo (vittoria per 2-0 sul Getafe di sabato a parte) cercano il riscatto dopo il 3-2 subito quindici giorni fa ala Bernabeu. L’obbiettivo 3 punti è fondamentale sia per ipotecare il passaggio del turno sia per rinsaldare la panchina del tecnico Pellegrini che, in caso di risultato non positivo, rischia l’esonero. Lasciato a casa il ribelle Guti, il tecnico sudamericano si affiderà alla sua spina dorsale di neo-acquisti Albiol-Xabi Alonso-Kakà con la speranza che il loro rendimento sia migliore di quello offerto nell’ultima sfida contro i diavoli rossoneri.

Dal canto suo i padroni di casa attraversano un buon momento di forma.

Rimonta di Napoli a parte, la squadra ha raccolto sempre vittorie e il colossale errore di Madrid anzichè affossare Dida ho compiuto una metamorfosi vera e propria sul portiere brasiliano autore di alcune parate a dir poco fantastiche nelle ultime partite giocate.

Per il resto Leonardo ha solamente 2 dubbi: accertarsi del pieno recupero di Nesta e chi schierare tra il bomber di coppa Inzaghi e quello di campionato Borriello.  A centrocampo Ambrosini è leggermente favorito su Gattuso mentre il grosso delle speranze del tecnico sono sui piedi e le giocate di Pato e soprattutto Ronaldinho, che nelle ultime uscite sembra essersi ritrovato.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *