Deferimenti società e calciatori: oggi si decide

È il giorno del giudizio per il Calcio Scommesse, l’ennesimo scandalo che ha sconvolto l’estate del calcio italiano, che ormai da anni non riesce più a vivere una stagione estiva bene o male tranquilla. Comincia infatti oggi a Roma l’ultimo atto dell’inchiesta di Cremona.

Il procuratore federale Stefano Palazzi ha già pronte richieste pesanti per i 18 club coinvolti (che includono due di A, Atalanta e Chievo, oltre a tre di B, undici di Lega Pro e due della Lega Dilettanti) e i 26 tesserati, compresi giocatori, atleti, presidenti e dirigenti.

Venerdì, la Disciplinare presieduta da Sergio Artico e composta di 5 membri, si riunirà in camera di Consiglio per decidere in manier adefinitiva.

Rischiano tantissimo tesserati in attività come Paoloni, Gervasoni, Micolucci e Sommese, accusati di associazione per illecito sportivo. Per quanto concerne i club, l’accusa più grave coinvolge Ravenna ed Alessandria. L’Atalanta, società di A più a rischio, dovrà rispondere di responsabilità oggettiva in relazione al deferimento (con l’accusa di illecito sportivo) di Doni e Manfredini: probabile una penalizzazione per il prossimo campionato, difficile ma non impossibile la retrocessione in Serie B. Il Chievo invece dovrebbe cavarsela con solo un’ammenda.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *