Sciopero serie A se non c’è la firma

Si è tenuto ieri a Roma l’incontro dell’Associazione Italiana Calciatori per discutere della situazione che potrebbe portare allo sciopero di categoria e far slittare dunque la prima giornata del campionato di Serie A, che dovrebbe tenersi regolarmente questo fine settimana.

Al termine del sit-in con i capitani delle squadre, il presidente dell’Associazione, Damiano Tommasi, ha ribadito la posizione espressa nelle settimane precedente, spiegando che senza la firma da parte della Lega sul contratto collettivo il campionato non partirà.

“Dopo un anno questa non può essere considerata come una minaccia.

Il fatto è che non si può cominciare il campionato senza l’accordo collettivo”, ha detto a margine della riunione.

I problemi riguardano soprattutto il testo interpretativo sulla norma anti-mobbing,l’adeguamento del contratto collettivo dei giocatori e il discusso pagamento del contributo di solidarietà. Riguardo quest’ultimo, Tommasi ha voluto precisare che la cosa non è mai stata in dubbio da parte della categoria: “Sul contributo di solidarietà ci sono state tante parole, forse troppe. La nostra posizione è chiara, ma purtroppo altri hanno speculato: il contributo è a carico del lavoratore, quindi..”.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *