Casco integrale Troy Lee Designs D3

Se parliamo di caschi ed in particolare di Troy Lee Designs non possiamo ricordare come questo marchio abbia sempre fatto parlare di se: a metà degli anni ’90 tutte le discussioni riguardo la protezione della nostra testa erano incentrate sul TLD Edge, mentre sul finire  del secolo scorso il modello che faceva da riferimento al mercato dei caschi integrali era il Daytona D2.

pbpic4115730

Il nuovo Troy Lee Designs D3 sembra il giusto erede dei caschi che hanno fatto la storia di questa azienda.

Inannzitutto tutta la calotta costruita in Carbonio e materiale Composito è stata ridisegnata, ma l’aspetto più interessante, al di là del lato estetico di questo restyling è che l’efficenza in fatto di protezione è aumentata.
La metoniera più arrotondata assicura una maggior protezione del viso in caso di caduta in avanti.

pbpic4115732A livello delle guance poi, il modello è stato rinforzato con delle pieghe e delle creste che danno maggior rigidità e resitenza.
Chi possiede o ha avuto un D2 sa bene quanto fosse proprio un punto critico quello del lato guance in caso di caduta frontale.

La fibbia per allaciarsi il casco sotto il mento è a doppio anello, decisamente più resistenti di una chiusura in plastica che molte volte si è vista rompersi in caso di cadute molto rovinose.

In questo nuovo modello ci sono più di 20 prese d’aria che solitamente sono prese che non servono assolutamente a nulla in quanto non sono funzionali: non fanno arrivare aria e non dissipano calore.
In questo modello invece sono state studiate delle scanalature interne a livello della calotta, che convogliano l’aria attraverso canali lungo tutta la parete fino alla parte posteriore del casco mantendo fresco il vostro cuoio capelluto e la nuca.

pbpic4119189

In questa foto è stato rimosso una parte di imbottitura per far vedere l’interno.

Vi è poi un sistema di pad (rosso) a doppia densità all’interno della calotta per proteggere la vostra testa, che si estende anche verso l’esterno e dunque lungo tutta la metoniera.

pbpic4119190

I guanciali sono estraibili per poter quindi facilitarne la pulizia o il lavaggio, sia dei guanciali stessi che del casco.

pbpic4115727

Il D3 è quindi dotato di sistema Mark Weightmans Airoh Moto X-lid, ottimo supporto per i paramedici in caso di danni a livello della colonna vertebrale: è un sistema studiato appositamente quindi per sfilare il casco senza rischiare di arrecare ulteriori danni alla spina dorsale.

pbpic4115726

C’è la possibilità di utilizzare anche le cuffiette con un alloggiamento apposito.
Attualmente l’UCI ha vietato tutte le comunicazioni via radio tra il team e il biker in corsa, ed è bene ricordarsi che nel Regno Unito è vietato utilizzare I-pod o comunque cuffie in genere con musica durante le gare in quanto non potreste di certo sentire gli ordini dei commissari o se vi sta sopraggiungendo un pilota da dietro e che vi vuole sorpassare.
Di certo però nessuno vi potrà negare il piacere di farvi una raidata il liberta nel vostro tempo libero con un pò di adrenalina pura che vi entra dalle orecchie.

In molti caschi inoltre si può notare come il design sia un solo semplice esercizio di stile, questa volta  la Troy Lee ha deciso di non modellare il proprio D3 solo basandosi sul lato estetico , ma anzi studiando l’aereodinamica.
In uno sport dove si corre letteralmente contro il tempo e dove i millimetri fanno la differenza, realizzare un casco che garantisca una maggior efficenza in termini di stabilità alle alte velocità, una minor resitenza e dunque un vantaggio in termini di tempo in discesa.

pbpic4115733

Il peso di questo gioiellino è di circa 1100 g , è disponibile in 5 diverse taglie: Small, Medium, Large, Extra Large e Extra/Extra Large.
Le colorazioni invece sono 4:Steve Peat , Sam Hill , Blu , Rosso
Al momento si conosce solo il prezzo USA in dollari: 450 $

pbpic4115728

Articolo tradotto da una recensione di www.pinkbike.com

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *