Incidente Julio Cesar saltera’ il Chelsea

de-rossiDaniele De Rossi torna sul tormentone Cassano dando la sua personalissima opinione sull’esclusione del talento barese: “E’ il più talentuoso e divertente. Ma se andiamo a guardare i gol, ne fa di più chi è qui in Nazionale o anche altri che sono rimasti fuori.Lui continua ad essere un giocatore che fa bene il suo lavoro così come Pazzini. Anche se a livello italiano ne abbiamo tanti di attaccanti bravi. Forse Cassano è il più estroso e il più fantasioso, ma le alternative non mancano. Deciderà il mister.”

In merito invece alle voci che vorrebbero un ritorno di Nesta e soprattutto capitan Totti in azzurro il romanista dice: Non credo che Totti rimarrà indifferente al fascino del Mondiale, ma a 33 anni se ha preso una decisione se ne è assunto anche le responsabilità. Quando ha lasciato l’azzurro, aveva chiarito che lo faceva perchè non riusciva a gestire 60 partite l’anno. Solo adesso siamo tutti d’accordo che era vero, allora pensavamo ce l’avesse con Donadoni…Ma a lui e Nesta nessuno metterebbe i bastoni tra le ruote”.

Parlando invece della partita di sabato a Dublino De Rossi non nasconde il suo timore per le insidie che nasconde la partita: “Ci sarà una grande atmosfera, un’atmosfera simile a quella scozzese. Cinque giorni fa ci dicevano che lo stadio era già pieno. L’Irlanda si giocherà il tutto per tutto, vorrà batterci ma per noi non sarà un’ultima spiaggia. Raggiungere la qualificazione contro Cipro, all’ultima giornata, non sarebbe certo meno meritevole. Il Trap? Ha fatto grandissime cose in carriera, ora ha portato l’Irlanda a grandi livelli. Insomma, i risultati li ha sempre ottenuti. Sarà una partita importante, e potrebbe far tornare l’interesse verso la nostra Nazionale anche se i match degli Europei e dei Mondiali, è logico, offrono un interesse diverso rispetto a quelli delle qualificazioni. Saremo concentrati e non rilassati, con tanta voglia di fare bene. Dovremo mostrare il nostro gioco come abbiamo fatto con la Bulgaria, essere aggressivi, corti, senza pensare al possesso palla, questo non fa parte del calcio italiano”

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *