Italia Croazia 1 a 1: pari pericoloso

Oggi, dopo 8 anni, sembra di essere tornati un pò agli Europei del 2004 in Portogallo dove, l’Italia di Cassano, si vide buttare fuori dal biscottone di Svezia e Danimarca (partita finita 2 a 2).
Il pareggio di ieri sera tra Italia e Croazia è frutto di tanti errori, non sono di squdra ma individuali: da i goal non realizzati di Marchisio (2 occasioni d’oro ravvicinate) al goal della Croazia su un errore incredibile di Chiellini. A differenza del match con la Spagna, questa volta, la nazionale è riuscita a mantenere il vantaggio (goal di Pirlo al 39esiimo del primo tempo) per quasi tutto il match, subendo il pareggio solo al 72′ da Mandzukic.

Un’Italia che ha tentato per 60 minuti di segnare ma che, complice la poca precisione e la confusione tattica, non è riuscita a concretizzare: un calo fisico dal sessantesimo in poi, ha condizionato tutto il match, lasciando ampi spazi alle incursioni croate.

Ora dovremo vincere con l’Irlanda del Trap ma, come accadde nel 2004, il passaggio del turno non dipende solo da noi: in caso di pareggio di Croazia e Spagna con almeno 2 reti per parte, condannerebbe l’Italia a tornare a casa ancora una volta. L’unica speranza dei nostri azzurri è quella di vincere con l’Eire e augurarsi che la squadra campione del mondo non si comporti da squadra mediocre, combinando un risultato con la Croazia.

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *