Capirossi ad Indianapolis in condizioni precarie

Capirossi arriva al weekend di Indianapolis sicuramente non al meglio.
Il pilota Ducati-Pramac, risente ancora dei problemi alla spalla e nonostante le varie terapie è davvero difficile, dice Loris, poter migliorare correndo una gara dopo l’altra senza aver la possibilità di  affrontare una riabilitazione corretta che permetta all’arto di  guarire perfettamente.
Le condizioni di Capirossi comunque paiono essere migliorate rispetto a BRNO e sicuramente molto migliorate rispetto a qualche settimana fa ma, nel
Gran Premio a stelle e striscie, non arriverà alle prove al cento per cento.
Capirossi non è un amante del circuito Americano che non si può certo definire uno dei suoi preferiti: il suo miglior risultato al Motor Speed Way è stato un sesto posto nel 2009 senza infamia e senza lode.

Per Loris è stato un anno davvero difficile, tra infortuni e varie difficoltà, ha avuto una stagione altalenante che lo ha visto nell’ultimo Gran Premio conquistare un tredicesimo posto e tre punti in classifica.

Loris comunque non sembra intenzionato a cambiare aria, sono ventidue le stagioni che il pilota corre nel motomondiale, e il gran premio di Brno è stata la sua trecentoventitreesima gara.

Capirossi non ha intenzione di seguire le orme di altri piloti che sono “emigrati” in altre classi in cerca di rilanciarsi, come Biaggi, Melandri e Checa che hanno scelto la SuperBike per tornare a competere per traguardi importanti.

Loris non nasconde la difficoltà di correre sulla Ducati Pramac, ma dopo ventidue anni è convinto di non dover dimostrare nulla a nessuno, ma ha soltanto voglia di una buona moto e godersi in pieno la gioia di correre.

 

 

 

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *