GP Brno: Stoner continua a vincere

In piena Vigilia della giornata di Ferragosto, si corre il Gran Premio della Repubblica Ceca a BRNO, con i piloti che dopo la sosta si ritrovano in sella alle loro Moto pronti a dimostrare il loro valore.
Le Prove fanno subito capire che le Honda sono come sempre competitive e che Pedrosa non ha intenzione di far sconti al compagno di squadra Stoner e per farglielo capire fa segnare il miglior tempo prendendosi di prepotenza la Pole position.
Alle sue spalle si piazza Lorenzo e a seguire l’Australiano.Ben Spies, ormai una conferma, conquista il quarto posto, mentre tre italiani si trovano nelle posizioni sottostanti e sono rispettivamente Simoncelli quinto, Rossi sesto e Dovizioso settimo.
Hedwards è in ottava posizione mentre Hayden in nona a chiudere la Top Ten il Giapponese Aoyama.
Decisa la griglia di partenza non ci resta che aspettare il Gran Premio e vedere se le premesse delle prove per un bello spettacolo saranno rispettate.
Il Gran Premio si conferma all’altezza, un Pedrosa subito veloce e competitivo deve però arrendersi a causa di una caduta che gli rovinerà quanto di buono ha fatto nelle prove.

Stoner comincia ad imporre il suo ritmo e martella il circuito con giri veloci tanto da arrivare alla vittoria senza grossi problemi.
Al secondo posto troviamo uno stupendo Dovizioso che grazie ad una gara davvero avvincente e dei bei sorpassi riesce

dal settimo posto ad arrivare sul secondo gradino del podio, sottolineando il suo valore e cercando di mettere così in crisi la Honda quando si parlerà dei rinnovi contrattuali.
Il Sic invece conquista il terzo posto, finalmente una prestazione convincente e soprattutto un gran premio portato fino alla bandiera a scacchi, per la soddisfazione del pilota Romagnolo.
Lorenzo che non era al massimo alla fine chiude quarto, mentre Spies perde una posizione e conquista un ottimo quinto posto.
Rossi invece chiude nella posizione che ormai quest’anno lo vede come un abituè, ossia la sesta, senza infamia ne lode, ma con i soliti problemi di feeling con una moto che ancora non è riuscito a domare e a mettere a punto.
A chiudere troviamo Hayden, Hedwards, Aoyama, Barbera, Elias, De Puniet e Capirossi.
Non si può certo dire che la pausa ha fatto male ai piloti, anzi, abbiamo assistito a delle prove di forza notevoli, grinta da vendere soprattutto degli italiani Dovizioso e Simoncelli animati dalla voglia di far bene e farsi vedere dai dirigenti Honda.
L’unico Neo continua ad essere un Rossi che non riesce a convincere ma che siamo sicuri stia già lavorando per l’anno prossimo in modo da considerare questa stagione un passaggio per un ritorno ai massimi livelli di competitività.
La lotta tra Lorenzo e Stoner è tutta da seguire e ogni Gran Premio da qui alla fine sarà una battaglia assolutamente da non perdere

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *