Marco Simoncelli è morto

La notizia che nessuno voleva sentire e che nessuno voleva dare purtroppo è vera: Marco Simoncelli, il pilota italiano di MotoGp, ha perso la vita questa mattina dopo un gravissimo incidente avvenuto nel gran premio di Sepang.
Al secondo giro della gara il pilota è caduto e, sembra a causa dell’elettronica del veicolo, la moto ha preso una direzione opposto al normale falciando Edwards e Rossi che involontariamente lo colpiscono sul torace e sul collo.
Il pilota rimane senza vita in mezzo alla pista con il casco che a causa dell’impatto violento rotola via come la vita del giovane Marco: una tragedia per tutto lo sport che si trova, ora, a dover affrontare tante domande a partire dalla sicurezza delle moto.

Dall’elettronica, colpevole di aver fatto accelerare la moto una volta a terra, fino alle gomme che non riescono ad andare in temperatura fin da subito, facendo perdere aderenza ai piloti nei primi giri delle gare.

La gara è stata annullata dopo 50 minuti di rinvii e silenzi, silenzi che sono pesati come macigni sui cuori di tutti, silenzi che facevano presagire al peggio, peggio che purtroppo si è rivelato reale e terribile.

Ciao Marco, nessuno al paddock ti scorderà mai, eri un talento fuori dagli schemi ordinari, una promessa per il futuro e, sopratutto un bravissimo ragazzo a cui tutti volevano bene.

Pin It

Un commento per “Marco Simoncelli è morto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *