Motomondiale 2012: le novità

Dal prossimo anno ci saranno diversi cambiamenti nel Mondiale classe MotoGp.

La novità più importante riguarda le modifiche tecniche delle moto.
Le moto potranno arrivare ad una cilindrata massima di 1.000 c.c. con un limite di alesaggio ad 81 mm.

Ma vediamo le novità nel dettaglio:

– Si potrà arrivare fino a 1.000 c.c. con quattro cilindri al massimo ma restano comunque le moto di cilindrata 800 cc.
Spetterà alle varie case costruttrici scegliere quale motore utilizzare.
Le moto 800 cc devono restare in assoluto prototipi, invece le moto 1.000 posso essere derivate dalla casa madre, ovvero si potranno usare motori già esistenti con un limite di alesaggio che conterrà il regime di rotazione ed un utilizzo di massimo 4 cilindri.

– Le nuove squadre che approderanno nel mondiale dovranno essere accettate all’unanimità dagli altri team già partecipanti al Moto Mondiale.

– Ogni pilota potrà usare 6 motori durante l’anno con deroga a nove motori per i team che non hanno vinto nel 2008 e 2009 almeno due gare sull’asciutto.

– i Team privati potranno sfruttare una normativa che gli permetterà di utilizzare 12 motori per stagione con capacità di serbatoio di 24 litri mentre le moto ufficiale avranno una capacità serbatoio pari a 21 litri.

– Le moto con cilindrata 1.000 dovranno pesare minimo 153 Kg, mentre le moto 800 dovranno pesare minimo 150 Kg

Queste sono le novità più importanti.

Principalmente si è passati alle moto con cilindrata 1.000 cc per cercare di aumentare i Team partecipanti al motomondiale.
Con questa cilindrata e potendo sfruttare i motori derivati dalla serie, si aprono le porte a diverse case costruttrici che hanno già fatto un pensierino sul nuovo campionato.

Bmw ed Aprilia, per esempio, potrebbero essere invogliate a fare ingresso nel Mondo MotoGp, oppure potrebbero vendere i loro motori a team privati.
In questo modo le moto che ora sono soltanto 17 , aumenterebbero e si potrebbe così vedere di nuovo le gare dove al via non erano mai meno di 25 piloti.
Ducati stà già pensando di portare a 7 le moto che prenderanno il via nel 2012.

Io da una prima lettura del regolamento mi sono leggermente preoccupata..
La Motogp è sempre stata un campionato di prototipi.
Abbiamo già la Superbike che corre con moto derivate dalle case costruttrici.
Perchè copiarla così spudoratamente?
E’ vero che una gara di Superbike è molto più esaltante di una di MotoGp, ma essendoci così tanti cervelloni che pensano e studiano il modo più efficace di valorizzare il Motogp, possibile che non ci sia stato nessuno che ha pensato all’elettronica?
Bastava limitarla e forse le gare sarebbero diventate piu’ umane e molto più interessanti da vedere.

Si suppone già che assisteremo a due campionati paralleli nello stessa categoria.
Far correre 800 e 1.000 insieme che senso ha?
Non saranno certo i 3kg in meno di cui godono le 800 a poterle mettere sullo stesso livello delle 1.000!
Non so.. io ho molti dubbi su questo nuovo regolamento.. spero di sbagliarmi ! Dopo la Formula Uno , non vorrei davvero che anche il MotoGp diventasse così estremamente noioso!

Foto via: www.motorcyclenews.com

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *