Stoner ad un passo dal Mondiale

Casey Stoner chiude il Gran Premio di Aragon ancora davanti a tutti.
Un’altra gara spettacolare per il campione Australiano che con la sua Honda RC212V dopo il piccolo passo falso a Misano, se così possiamo chiamare un terzo posto, riprende la sua marcia trionfale verso la conquista del Mondiale.
Una gara che lo ha visto in testa praticamente dal terzo giro fino alla bandiera a scacchi, con uno Spies che per i primi due giri ha preso la testa della corsa, facendo uno spettacolare sorpasso all’esterno su Stoner e Pedrosa, ma che ha dovuto cedere il passo a causa di un treno di gomme davvero poco performanti e ad una Honda davvero superiore.
Yamaha comunque su questo circuito ha dimostrato alcuni limiti e lo stesso Lorenzo ha ammesso che ad oggi la Honda è superiore.
Stoner allunga ancora nella classifica mondiale portandosi a 44 punti con sole 4 gare alla fine
Motegi, Phillip Island, Sepang e Valencia saranno le tappe conclusive della stagione.
Per ora pare davvero impossibile la perdita del titolo da parte della casa Nipponica e dell’Australiano, matrimonio davvero ben riuscito, con uno Stoner davvero bello da vedere in sella con una padronanza del mezzo davvero notevole.

Spettacolari le sue uscite in derapata ad ogni curva, con una capacità di poter aprire il gas prima di qualsiasi altro pilota che gli permette di prendere quei quattro decimi al giro che si tramutano poi in un vantaggio incolmabile per i suoi avversari.
Difficile vedere un epilogo diverso da quello che vuole il passaggio del numero uno dalla carena di Jorge Lorenzo a quella di Casey Stoner.
I risultati parlano chiaro dall’inizio del campionato Casey ha inanellato 8 vittorie, 1 secondo posto e 4 terzi posti, registrando un solo passaggio a vuoto in terra Spagnola alla seconda gara.
Il morale di Stoner è a mille e chi gli sta vicino sa che Casey quando le cose non vanno bene resta uno dei più difficili da gestire, c’è chi si ricorda ancora i caschi che volavano in casa Ducati, ma con questi risultati tutto è più facile anche nella gestione del Box.
Ora arriva l’incognita Motegi con tutte le polemiche sulla sicurezza, ma Stoner e Lorenzo saranno quasi obbligati ad andare perchè potrebbe essere davvero il Gran Premio decisivo per decretare la conquista del titolo mondiale.

Foto via: news.webike.net

Pin It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *